Smontare un mobile: i consigli migliori per il tuo trascolo

0
41

Ecco alcuni preziosi consigli pratici per te che sei alle prese con la fase di smontaggio dei mobili per poterti trasferire.

Procurati tutto il materiale

Prima di iniziare con lo smontaggio del mobile, assicurati di avere tutto quello che ti serve, come può essere una cassetta degli attrezzi ben fornita. Carica il trapano e l’avviatore elettrico per fare più in fretta rispetto all’uso del semplice cacciavite. È importantissimo per traslocare a Roma la sicurezza: non iniziare mai dei lavori di questo genere in ciabatte ma indossa sempre le scarpe, meglio se anti infortunistiche, in modo da proteggere i piedi in caso di caduta di qualche parte del mobile. Se lavori in altezza, no usare mai una sedia sopra a un tavolo ma procurati una scala telescopica come si deve per evitare indicenti.

Fatti aiutare

Chiedi un aiuto a un amico per aiutarti con le operazioni di smontaggio soprattutto dei mobili più grandi che hai a casa. puoi anche decidere di farti aiutare da dei veri esperti nel settore dei traslochi.

Ricorda com’era montato

Il segreto per rimontare nel modo più corretto un mobile è ricordare com’era prima. Per farlo puoi adoperare alcuni trucchetti: prendi il tuo telefono smartphone scatta delle fotografie al mobile prima di iniziare a smontarlo, soprattutto alle parti interne che spesso sono le più difficili da ricordare. In alternativa, puoi fare uno schizzo su un pezzo di carta per poter poi rimontare il mobile in modo corretto.

Etichetta ogni pezzo

Un consiglio importante per traslocare a Roma è quello di mettere una etichetta su ogni pezzo che togli. Inizia dalle ante dove scrivi anta destra superiore per esempio per poi passare ai cassetti e ai ripiani interni, ore che hai esposto lo scheletro, prosegui togliendo prima la parte superiore, poi gli elementi verticali e infine la base. Ogni volta che togli una vite, una cerniera o altro ancora, mettili un contenitore separato in modo da non perderli non mischiarli con altri pezzi che non c’entrano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here