Quando è meglio rivolgersi ad uno psicologo?

Decidere di andare a parlare dei propri problemi con un esperto non è mai facile. Solitamente, si tratta di una decisione che viene maturata con il tempo, poiché si tratta di qualcosa tutt’altro che naturale. A volte a impedire o a rimandare questo importante passo è la vergogna o la paura di essere giudicati. Tuttavia, bisogna tenere a mente che prendersi cura della propria salute psicologica, è altrettanto importante che salvaguardare il proprio stato fisico.

Di fatto, bisogna riuscire a superare le barriere mentali generate dai propri e dagli altrui pregiudizi, ma anche gli stereotipi sociali, la diffidenza e l’ostilità che molto spesso si prova verso coloro che si occupano di questo particolare aspetto dell’esistenza umana. Lo psicologo, infatti, può a sostenere la persona ad attraversare il disagio interno che sta vivendo fino  alla sua scomparsa o attenuazione. Inoltre, può essere utile per ritrovare le proprie energie e capacità, mediante il superamento di blocchi ed ostacoli psichici.

D’altro canto lo psicologo mette a disposizione uno spazio diverso rispetto a quelli di cui si può disporre nella vita quotidiana e che permette di confrontarsi liberamente, cercando di trovare punti di riferimento e precise risposte a quesiti che si sono elaborati nel corso del tempo. Infine, tale professionista può rinviare il soggetto ad un altro specialista, qualora fosse il caso di intraprendere una strada diversa.

Come capire se si ha bisogno di uno psicologo?

Andare da uno psicologo non significa essere matti, come molte persone ancora credono, ma semplicemente avere a cuore la propria salute mentale, che può essere alterata a causa di diversi fattori e va tendenzialmente di pari passo con il benessere fisico e generale. L’importante è individuare un professionista del settore con cui instaurare un rapporto di fiducia e di rispetto reciproco.

Per coloro che sono alla ricerca di uno psicologo affidabile e qualificato nella zona di Trento, può essere utile visitare il sito www.psicologo-trento.net, in cui vengono riportante tante informazioni utili, soprattutto per chi non ha mai intrapreso un percorso di tipo psicologico, ma ne sente la necessità. Ma quali sono le circostanze per cui può essere utile rivolgersi ad uno psicologo? Di fatto, sono molte, ma se ne possono ricordare alcune particolarmente importanti:

  • il desiderio di raggiungere una migliore consapevolezza degli altri, di sé e delle sfere vitali (sociale, sentimentale, lavorativa, scolastica, familiare);
  • la voglia di attuare una crescita personale interiore;
  • la necessità di risolvere una crisi temporanea;
  • il bisogno di contrastare sintomi negativi, quali ansia, depressione, stress, che riducono la qualità della vita;
  • la difficoltà di superare lutti ed eventi traumatici;
  • quando sono presenti evidenti alterazioni del comportamento (sbalzi di umore, cambiamenti della condotta);
  • il desiderio migliorare la propria personalità;
  • la volontà di uscire da abusi e dipendenze (alcol, droghe, tabacco, sesso, cibo).

Come capire se le sedute stanno funzionando?

Perché il rapporto tra psicologo e cliente funzioni, è molto importante che ci sia una collaborazione attiva da entrambe le parti e che si instauri un rapporto di fiducia e di reciproca empatia. Ciò vuol dire che solo in itinere è possibile far una valutazione dell’efficacia del percorso. Di fatto, bisogna tenere in considerazione e la qualità della relazione instaurata, ovvero se il cliente si trova a suo agio a raccontarsi, ad esprimere i motivi del suo disagio e ad accogliere le indicazioni dello psicologo.

Ogni tanto fare il punto della situazione è importante, ma non bisogna partire con un’idea precisa della durata della terapia, bensì proporsi degli obiettivi da raggiungere man mano e che devono essere commisurati in base alle necessità. Inoltre, prima di intraprendere un percorso di tipo psicologico, è bene informarsi sulle differenze che intercorrono tra psicologo e psicoterapeuta, nonché tra le tipologie di psicoterapia esistenti, così da capire a chi rivolgersi.