La Notte dei Diavoli, streaming film italiano

    La Notte dei Diavoli” trova ispirazione nell’episodio I Wurdalak, tratto dal film “I tre volti della paura” di Mario Bava, che a sua volta si è ispirato ad racconto di Aleksei Konstantinovich Tolstoi. Frutto della coproduzione tra Spagna ed Italia e accompagnata dalle musiche di Giorgio Gaslini, la pellicola porta lo spettatore in Jugoslavia, seppur le riprese siano state effettuate nei pressi del lago di Bracciano per un periodo di cinque settimane. Il protagonista del film è Nicola (Gianni Garko). Mentre è in viaggio verso l’Italia e sta attraversando una zona selvaggia in macchina, esce di strada pur di schivare una donna. I danni all’automobile lo costringono a fermarsi presso una strana famiglia di boscaioli, i Ciuvelak. Tra i membri di questa stramba famiglia vi è anche Jovan che si occupa della macchina di Nicola. Una sera, Jovan (Roberto maldera) uccide il capofamiglia Gorka (Bill Vandres), ma il corpo dell’uomo si disintegra in pochi istanti. Terrorizzato, Nicola denuncia l’omicidio, ma un poliziotto del paese, informa Nicola che la famiglia Ciuvelak nasconde un terribile segreto e le forze dell’ordine del paese non intervengono. Nicola torna presso l’abitazione per recuperare la propria auto, ma viene assediato dall’intera famiglia, trasformatasi in Wurdalak, creature a metà tra zombi e vampiri e che vampirizzano coloro che amano. L’uomo riesce a fuggire, ma lo shock lo fa impazzire, tanto da essere rinchiuso in un ospedale psichiatrico. Nessuno crede alla disavventura che ha vissuto e, quando una sera Sdenka, la ragazza della famiglia innamorata di lui, giunge all’ospedale psichiatrico, l’uomo la crede un Wurdalak, la uccide. Solo dopo aver compiuto il gesto comprende di aver eliminato la ragazza che amava.

     

    “La Notte dei Diavoli” afferisce a quel genere di film definiti “B – movie” o film di serie B. Questi identificano quei film, che fanno parte del cinema italiano in streaming, prodotti a basso costo o di bassa qualità, con riferimento a tutti i tipi di generi. Il film di serie B è nato negli Anni ‘30 negli Stati Uniti, al fine di  incoraggiare l’afflusso degli spettatori nelle sale. Questi, infatti, pagando un solo biglietto potevano fruire di un film; essi duravano, infatti, meno di settanta minuti. Queste pellicole, appartenenti al genere western e noir, venivani girati in pochi giorni, usando scenografie e costumi di altri film ben più costosi e famosi. In Italia, i film di serie B hanno sempre fanno riferimento a film di bassa qualità e si sono diffusi tra gli Anni ‘60 e gli Anni ‘80. Questi film sono stati molt

    o apprezzati dal pubblico, soprattutto fino al diffondersi della televisione generalista e commerciale, interessando numerosi generi e sottogeneri. La ripetitività dei temi trattati, la ripresa dei personaggi, il ricorso seriale a contesti, situazioni, tematiche conosciute e riconosciute hanno permesso una stabile fidelizzazione del pubblico e degli spettatori, di ogni estrazione sociale, che si sono affezionati ai protagonisti. Tra gli attori più conosciuti dei film di “serie B” italiani si possono annoverare personaggi di spicco, quali: Bombolo, Lando Buzzanca, Lino Banfi, Alvaro Vitali, Renzo Montagnani, Mario Carotenuto, Barbara Bouchet, Gloria Guida, Edwige Fenech, Anna Maria Rizzoli, Carmen Villani, Lilli Carati, Femi Benussi e Orchidea De Santis.