Epilatori a luce pulsata, quando si riscontrano i primi risultati?

E’ iniziata l’estate e tanti bagni ti aspettano in questo caldo periodo! Gli epilatori a luce pulsata sono un prodotto immancabile tra i tuoi prossimi acquisti per rimuovere i peli superflui e ottenere un effetto più duraturo rispetto ad una ceretta. Ma come funzionano questi prodotti e dopo quanto tempo si riscontrano i primi risultati?

Come utilizzare un epilatore a luce pulsata per un migliore risultato?

L’epilatore luce pulsata è una nuova tecnologia che interviene sulla melanina e che dopo ogni seduta agisce sul bulbo pilifero e lo distrugge. Il risultato? Rimozione dei peli fino alla radice e una ricrescita successiva più lenta. Molto pratico da utilizzare, prevede la struttura tipica di un rasoio da passare nelle zone in cui si desidera rimuovere i peli. E’ adatto soprattutto a pelli chiare e con peli scuri di tonalità marrone o nera.

Una azione più efficace dell’epilatore, è stata riscontrata anche in presenza di peli più consistenti. Con una luce pulsata di diversa intensità, si interviene rispetto alla rimozione dei pelli su tutto il corpo, anche nelle parti intime spesso soggette ad un maggiore dolore in fase di ceretta dall’estetista in quanto riguardano zone più delicate. Non è da iniziare il trattamento, nel caso di mancanza di tempo poiché solo con un uso periodico e continuo dell’epilatore è possibile ottenerne dei benefici sulla crescita ritardata dei peli.

Come valutare i primi risultati e l’efficacia di un epilatore a luce pulsata

I primi risultati con l’utilizzo di un epilatore a luce pulsata rispetto ad una classica ceretta, in genere si ottengono dopo un ragionevole periodo di tempo. Inoltre, è da considerare che non sono eliminati tutti i peli ma comunque una percentuale importante oltre l’80%. Molto dipende anche dalla consistenza dei peli e dal colore, con una maggiore azione soprattutto nel caso di peli molto scuri e su pelle abbastanza chiara.

Per valutare l’efficacia del trattamento e primi risultati visibili di rimozione dei peli residui, non è da trascurare anche l’ampiezza della zona su cui la luce pulsata ha agito. Laddove si tratta di zone piccole, come ad esempio il labbro superiore per la rimozione di baffetti, i risultati possono essere visibili anche dopo 5 sedute. Nel caso di zone maggiori come le gambe, potrebbero essere necessarie anche delle sedute maggiori o comunque almeno 10. L’importante è avere una certa costanza nell’utilizzo nell’apparecchio e non arrendersi nel caso di presenza di peli superflui nelle primissime sedute di trattamento. L’epilatore, non deve essere assolutamente utilizzato sulle mucose o se in presenza di lesioni su alcune parti del corpo.