Calcare: il peggior nemico della caldaia

In Pochi si rendono conto che il calcare è uno dei peggiori nemici del corretto funzionamento della caldaia per la produzione di acqua calda di sanitaria. Per fortuna, ci sono diversi interventi che si possono fare per ridurre i problemi legati al calcare in eccesso. Per scoprire quali sono nella dettaglio, basta leggere con attenzione i consigli contenuti in questa guida molto utile a tutti gli utenti.

Fare il lavaggio dei termosifoni

Purtroppo, il calcare impedisce la corretta la propagazione del calore. È un Problema molto grave soprattutto quando presente all’interno dei termosifoni ostacolando il processo convettivo che trasmette il calore dall’acqua nel termosifone All’aria circostante. Il calcare è naturalmente presente nell’acqua che circola all’interno del termosifone, ma quando è troppo può formare una crosta che ostacola la propagazione del calore.

Per eliminare le incrostazioni di calcare è sufficiente che il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ariston a Roma esegua il lavaggio dei termosifoni. Si tratta di inserire all’interno dei termosifoni dei prodotti acidi che sciolgono il calcare in eccesso. Sfortunatamente, a chi abita in zone dove l’acqua è molto dura, dovrà ripetere questo intervento anche una volta l’anno.

Installare un filtro anticalcare

Per ridurre i problemi legati alle incrostazioni di calcare, è necessario installare un filtro apposito. Questo fa sì che all’interno della caldaia non entri troppo calcare che si incrosta compromettendone il funzionamento. Infatti, si possono creare dei depositi di calcare che rovinano I componenti creando problemi malfunzionamenti al sistema per la produzione di acqua calda sanitaria.

Fare la pulizia della caldaia

Il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ariston a Roma Deve intervenire periodicamente per svolgere la pulizia della caldaia che rimuove le incrostazioni di calcare. Si tratta di un intervento che è sempre incluso nella revisione periodica, da prenotare circa una volta l’anno. Grazie alla pulizia, viene rimossa tutta la sporcizia depositata sulle parti interne della caldaia composta da polvere presente nell’aria, impurità presenti nel gas combustibile, fuliggine che si crea durante la combustione e anche il calcare trasportato dall’acqua.